130x44

GITE 2012

Dettaglio

ESCURSIONISMO

noviligure@cai.it

 

 

 

 

1 APRILE

ANELLO DEL RIO GANDOLFI

 

ESCURSIONISMO

 

 

 

ACCOMPAGNATORE

Traverso Massimo (380 4220559)

 

 

DIFFICOLTA’

E [Scala difficoltà]

 

 

DISLIVELLO

750m circa

 

 

TEMPO DI PERCORRENZA

5:30 + soste

 

 

MEZZO DI TRASPORTO

Auto

 

 

LUOGO RITROVO

Piazzale delle Corriere (lato via P. Isola), Novi Ligure

 

 

ORARIO RITROVO

7:30

 

 

ORARIO PARTENZA

7:45

 

 

ITINERARIO

San Carlo di Cese – Punta del Corno – Monte Pennello – Camposilvano – San Carlo di Cese

 

 

LOCALITA’

San Carlo di Cese (GE) – Entroterra di Pegli / Val Varenna

 

 

PRANZO

Al sacco

 

 

EQUIPAGGIAMENTO

Da escursionismo

 

 

 

 

 

 

TERMINE ISCRIZIONI

Venerdì 23 Marzo

 

 

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

1,00 € soci / 5,00 € non soci (più spese viaggio)

 

 

 

 

 

 

NOTE DI GITA

E' un itinerario assai interessante, avvolti da natura selvaggia a due passi da Genova. Nella prima parte si sale tra folti boschi, costeggiando e attraversando più volte il Rio Gandolfi, che forma minuscoli laghetti e spumeggianti cascatelle. Più in alto i boschi lasciano il posto alle rocce e ci si ritrova quasi all'improvviso in un ambiente alpestre e severo, dominato dall'arcigna mole della Punta del Corno. Poi si esce in cresta e si ha una splendida vista sul mare, che si stende a pochi chilometri di distanza. Da S.Carlo di Cese (292 m) si prende per il sentiero segnato con una X rossa, che scende verso il torrente Varenna, per poi attraversarlo su una passerella. Si risale quindi la solitaria valle del rio Gandolfi, che viene attraversato in più punti con facili guadi, nel bel bosco di castagni, passando accanto ad alcuni ruderi, per poi portarsi in alto sul terreno scoperto. La salita diventa a tratti più ripida, e passando per alcuni tratti scoscesi si giunge sulla cima della Rocca di Corno (853 m), da cui si ridiscende brevemente per giungere al bivacco del monte Penello (995 m). L’ itinerario di discesa si sviluppa dapprima lungo la strada sterrata che dal Monte Pennello conduce fino ai Piani di Praglia; in corrispondenza del segnavia due linee rosse a quota 940 circa, si abbandona la strada sterrata e si prosegue a destra su un sentiero che attraversa una vasta zona prativa denominata “Piani Gandolfi”, dove è possibile rifornirsi d’ acqua ad una sorgente lungo il percorso. Il tracciato del sentiero segue dapprima la linea dei tralicci dell’ alta tensione e poi, inoltrandosi in un fitto ed ombroso bosco di castagni, tramite una serie di tornanti, porta alla frazione di Camposilvano a quota 315 circa, da dove, tramite la strada Comunale si raggiunge il  punto di partenza. L’intero sentiero risulta molto panoramico, spaziando dal mare ai monti ed offre, nella parte sommitale, nelle giornate limpide una spettacolare vista dell’ arco alpino

 

 

 

 

130x44

 

SCHEDA GITA

 

 

LOCANDINA DELLA GITA